Come guadagnare online è una delle ricerche più comuni su Internet. Giorno dopo giorno sono milioni gli utenti che cercano metodi semplici per fare soldi sul web. Due dei metodi più in voga sono i blog e i canali YouTube. A prescindere dall’argomento, queste attività possono potenzialmente far ottenere guadagni ai loro proprietari. Ma come?

La risposta è Adsense. Il servizio pubblicitario di Google che permette di monetizzare il traffico del blog o del canale YouTube. Partiamo dal principio: hai presente quei banner che spuntano ai lati o sopra o sotto ogni sito? Ecco, quella è la pubblicità creata da Adsense. Per ciascun click su quei banner, puoi guadagnare da 0,10 a 3 euro. Sommati per un certo numero di click, naturalmente, fanno un gran bel gruzzoletto.

Adsense lavora in modo molto pragmatico e segue la regola della coerenza, diciamo, il che significa che i banner che compaiono sono scelti in base all’attinenza col sito che si sta visitando. Ad esempio, su un sito di abbigliamento, i banner riguarderanno offerte da siti di e-commerce, su un dizionario online come wordreference.com usciranno banner sulle app per imparare le lingue, e via dicendo. Si tratta di pura e semplice pubblicità, ma a differenza degli spot televisivi, è centrata sugli interessi dell’utente, il che naturalmente aumenta le possibilità che questi clicchi sul banner, offrendo un guadagno a chi aveva richiesto quella pubblicità.

In effetti Adsense è proprio questo: tu acquisti spazi pubblicitari. Sembra molto semplice, ma trattandosi di Google, è chiaro che ci siano regole ben precise da seguire, per evitare eventuali imbrogli.

Prima di tutto, per aderire al programma Adsense, devi avere un account Google. Dopodiché, una volta che si sei loggato col tuo account, potrai andare sul sito di Adsense e cominciare. Dovrai non solo digitare l’indirizzo del tuo sito web nell’apposito spazio, ma anche indicare la lingua dei contenuti, infine scegliere il tipo di blog, se personale o professionale.

La richiesta di adesione al programma Adsense è del tutto gratuita, ma non è immediata. Google si prende 24 ore per valutare la tua richiesta, dopodiché, se rientra nelle corde del sito, allora riceverai una mail con le indicazioni per lo step successivo, ovvero la creazione degli annunci pubblicitari. Fatto ciò, Google si prenderà 2 o 3 giorni per valutare se accettare gli annunci o meno. In caso positivo, comincerai subito a guadagnare per ogni click sui banner Adsense, in caso negativo, riceverai le indicazioni per risolvere gli eventuali problemi con la tua richiesta.

Dicevamo che ci sono regole ben precise da seguire per guadagnare con Adsense. In particolare, il sito pubblicizzato non può contenere materiale esplicito, per soli adulti, o che inciti all’odio, oppure ancora che violi le regole del copyright.

Guadagnare con Adsense è molto semplice, le richieste generalmente vengono accettate con facilità, l’importante è che rispettino le regole imposte da Google. Per maggiori informazioni puoi andare su comefaresoldicon.info.

Naturalmente, più spendi e più guadagni. Più spendi e più Google tiene i tuoi banner in posizione principale, il che significa maggiore visibilità e maggiori guadagni. A quel punto sta a te costruire un blog o un sito che attiri gli utenti.

Come guadagnare con Adsense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *