Mi chiamo Pasquale e ho iniziato ad appassiormi al SEO nel 2011. Scrivo da quando ero bambino e dopo aver acquistato il primo computer sono passato dai quaderni ad un blog.

Inizialmente utilizzavo domini gratuiti come Altervista o Blogger e non sapevo nulla di indicizzazione e posizionamento. Un giorno mi ritrovai a mettere mani su un sito che aveva perso parecchio traffico e nel pannello trovai la voce “impostazioni SEO“. Non avevo idea di cosa significasse quel termine e così iniziai a fare ricerche per informarmi. Dopo un po’ scoprii che il calo di visite era dovuto ad un problema di contenuti duplicati sul sito.

Trovai la causa della penalizzazione: il sito aveva url dinamici, ben 3 diversi tipi per ciascuna lingua, che venivano visti come duplicati.

Le soluzioni standard che si utilizzavano in questi casi erano impraticabili poichè il sito era stato costruito su una piattaforma tutto compreso. Per esempio tramite il rel canonical avrei potuto risolvere il problema ma non avevo accesso all’head del sito. Così tentai altre vie alternative, soluzioni ibride fra redirect 301, parametri URL e disavow.

Dopo quella che definisco una vera e propria avventura durata mesi, pensate ci fosse qualche possibilità che non ne avrei tirato fuori un articolo dove raccontare la mia esperienza?

Dopotutto avrebbe potuto essere d’aiuto per tutti gli altri che si fossero trovati in quella stessa situazione. Però sul mio blog parlavo di calcio, di politica, di film…..questo argomento mi sembrava avesse bisogno di uno spazio tutto suo, così decisi di creare un sito nuovo dedicato esclusivamente alla SEO, appunto questo che stai leggendo.

Successivamente ho continuato a pubblicare su questo sito le esperienze che ho affrontato di volta in volta lavorando su diversi siti internet. L’ho fatto con la consapevolezza che in questo modo creavo un archivio che a distanza di tempo avrei potuto consultare e che potreva essere utile ad altre persone.

Il mio consiglio è quello di seguire i forum di settore come quello di Giorgio Tave e Alverde.it, alcuni gruppi su facebook e alcuni blog di SEO, come questo, oltre ovviamente a leggere qualche buon libro.

La cosa più importante è quella di fare esperienza su uno o più siti. E’ esattamente quello che ho fatto io. Leggendo, studiando, facendo pratica acquisirai delle conoscenze e delle competenze che potrai fruttare per crearti un lavoro.  Seguendo l’esempio di SEO più esperti ho cercato di trovare il mio spazio ed inserirmi lavorativamente in questo mondo.

Di tutte le varie anime di cui si compone la SEO posso dire di avere una vera e propria passione per la SEO off page, in particolare la link building, perché nel tentativo di perseguire la sua vera finalità (cioè quella di dare un consiglio coerente e rilevante al lettore permettendogli di approfondire l’argomento che sta leggendo) mi sento come un artigiano che deve far funzionare bene gli ingranaggi di un complesso e delicato sistema.

La mia passione preferita è quella di recuperare siti scaduti (dropped) per provare a recuperare il traffico che avevano quando erano online e magari migliorarlo. Attualmente seguo diversi progetti personali che cerco di monetizzare tramite le affiliazioni.