Le attività che fanno del web un business, non possono prescindere da una serie di regole e condizioni che regolano il mondo dell’e-commerce. In ogni caso, come per le aziende fisiche, la pubblicità e la fama sono elementi che determinano il successo di un’attività. Il web però è fatto anche di molto altro, ovvero una serie di accorgimenti e SEO più o meno ricercata, che possono far pendere l’ago della bilancia dalla propria parte.

La partita principale se la giocano diversi fattori e anche alcuni programmi a disposizione di chi naviga in rete. Attraverso questi strumenti potenti si possono intraprendere diverse strategie, come ad esempio una campagna adwords. Le chiavi di ricerca sono il principio base di ogni attività online, perché sono quelle che possono indirizzare un cliente verso una pagina web o un’altra.

Campagna adwords

Per avere una certa garanzia di successo nel mondo online, non si può prescindere dall’essere presenti nelle prime pagine di Google quando vengono digitate parole chiave che riguardino la propria attività. È risaputo che gli utenti più scrupolosi sempre in cerca della migliore offerta e di ogni comparazione, non vanno mai oltre la terza pagina dopo la ricerca effettuata. Quali sono i dati in merito? Ecco di seguito indicate le percentuali:

  • Il 70 percento degli utenti si ferma ai primi 10 risultati.
  • Il 22 percento non supera la seconda pagina.
  • L’8 percento arriva almeno fino alla terza pagina, oltre la metà di questi utenti non va oltre la stessa.

Come fare dunque per avere la garanzia di vedere il proprio nome più in alto possibile nel motore di ricerca? Quale strada seguire per cercare di accelerare i tempi ed aumentare le vendite online, visto che un lavoro sulla SEO può richiedere molto tempo prima di dare i risultati prefissati?

Una delle strategie da seguire è quella di creare una campagna pubblicitaria online, ben realizzata e che sia d’effetto. Inoltre, serve utilizzare un programma o un sistema che ci guidi su quale sia la migliore via da percorrere per ottenere visibilità in base al settore che occupiamo. Una pubblicità fine a sé stessa sarebbe un inutile spreco di tempo e di denaro.

La prima cosa su cui bisogna riflettere bene è il budget che si vuole mettere a disposizione dell’aspetto pubblicitario. Una volta deciso quanto investire, sarà necessario decidere se impostare la propria campagna pubblicitaria agendo in ottica pull (ovvero intercettando quelle che sono le ricerche degli utenti) o in ottica push (ovvero mostrando l’annuncio direttamente a un target specifico).

Per portare a termine un progetto così importante ed ambizioso, servirà utilizzare un tool gratuito che Google stesso mette a disposizione e che si chiama Google AdWords.

Google AdWords

Facendo una campagna pubblicitaria su Google AdWords, si vanno in pratica ad intercettare le ricerche degli utenti, piazzando i propri annunci pubblicitari sia sopra che a lato della cosiddetta SERP organica. In questo modo, gli utenti che fanno la loro ricerca vengono rimandati a specifiche landing page e alle pagine di conversione. Il tool di Google mette a disposizione una dashboard, con la quale si possono controllare tutte le informazioni relative alla propria pubblicità su Google AdWords.

Come creare una campagna in Google Adwords