Mappa ubicazione

Ti piacerebbe aumentare drasticamente il numero dei tuoi clienti per la tua azienda o business? Bene, sappi che non sei il solo a desiderare questo, ed oggi il web ti viene incontro con una serie di strumenti che fino a qualche anno fa erano impensabili: la local SEO!

Che tu abbia una pizzeria, uno studio legale o una carrozzeria, le piccole e medie imprese locali costituiscono oltre il 90% del tessuto economico italiano ed ora più che mai, hai bisogno di farti trovare online da chi sta cercando la tua attività o servizio.

Secondo Google, il 76% degli utenti che cercano (e trovano) un’attività locale sul proprio smartphone, finiscono per visitare quell’azienda o un’altra simile entro il giorno successivo. Ciò significa che il traffico organico che ricevi a seguito della ricerca locale è già pronto per trasformarsi in una valanga di clienti fidelizzati… bella notizia no?

Cos’è la SEO?

In genere, quando un cliente richiede informazioni sull’ottimizzazione dei motori di ricerca, di solito vuole classificare le keywords centrali del suo business in uno dei seguenti modi:

  • SEO generica: i clienti non hanno interesse sulla provenienza del traffico, purché il sito converta gli va bene tutto.
  • SEO multilingua: questo di solito riguarda le aziende di grandi dimensioni che vogliono posizionale le keywords in più paesi e più lingue
  • Local SEO: Le piccole e medie imprese vogliono posizionarsi per keywords a livello locale, ad esempio “pizzeria milano centro”.

Finora su questo sito non ho scritto niente di Local SEO perché nella mia attività mi sono trovato a posizionare siti che concorrevano a livello globale. Però ovviamente c’è molto interesse riguardo questo argomento così ho chiesto a Pietro Rogondino, fondatore di Mister SEO, di spiegare ai lettori del mio sito cos’è la Local SEO, perché oggi è più importante che mai e in che modo differisce dalle migliori pratiche della SEO generica.

Che cos’è la Local SEO?

Ciao Pietro, puoi spiegare ai miei lettori cos’è la Local SEO?

La SEO locale è la strategia di ottimizzazione di un sito web utile a far aumentare il traffico di ricerca organico (e le conversioni) verso le imprese locali di qualsiasi dimensione.

In generale, la SEO, aiuta gli utenti di tutto il web a trovare i tuoi prodotti o servizi nei loro risultati di ricerca trasformando dei semplici fruitori di un servizio gratuito, nei tuoi potenziali clienti. Il bello della Local SEO è che mette la tua attività di fronte alle persone che sono probabilmente già pronte ad acquistare il tuo prodotto o servizio.

Se qualcuno cerca da mobile “pizzeria Milano centro”, quante probabilità pensi che ci siano che questo utente voglia una pizza ora e subito? Te lo dico io, tante! Mentre la SEO generica si rivolge ad alcuni tipi di parole chiave (informative, di navigazione e transazionali), la local SEO tende a generare più traffico pronto per la conversione.

Valore delle keywords nella ricerca locale

Dietro una parola chiave, c’è sempre l’intenzione di cercare qualcosa per colmare un bisogno e quindi, se stai cercando la “migliore pizza di Milano centro”, l’intento è ovviamente di acquistare la pizza a Milano, possibilmente la pizza migliore del centro città.

La stessa cosa si può dire di altre parole chiave, come “i migliori studi legali a Bari” o persino di domande basate sulla prossimità come “dov’è si trova il cinema più vicino a me”. Quello che stai cercando di fare con la local SEO non è solo il posizionamento di un sito web per parole chiave, ma mettere la tua attività in risalto per query di ricerca specifiche e geolocalizzate.

Quando qualcuno cerca i prodotti o servizi che vendi, vuoi che Google si renda conto che tu sia la migliore opzione possibile proprio vicino a quell’utente che ha digitato la ricerca.

Posizionamento locale vs. posizionamento nelle SERP

Conosci quel vecchio mantra SEO che recita: il posto migliore per nascondere un cadavere è nella seconda pagina di Google?

Bene, sappi che quando gli utenti cercano qualcosa, sono impazienti e danno la priorità a ciò che può soddisfarli nel minor tempo possibile (la prima pagina di Google). Avere una buona strategia di Local SEO, significa essere in prima posizione nei motori di ricerca, esattamente in quel riquadro sotto la mappa nella ricerca di Google.

I risultati di questo “pacchetto locale” sono più importanti per la Local SEO rispetto a ciò che si classifica in prima posizione. In effetti, i siti che si posizionano in questo riquadro spesso non sono posizionati nella SERP della prima pagina per la stessa parola chiave. Strano no?

La prima posizione per una keyword ampia come “musica jazz” è quasi impossibile, ma posizionarsi nelle ricerche locali è molto più semplice, a condizione che tu stia seguendo le giuste strategie di Local SEO.

Ora ti starai chiedendo: quali sono queste migliori strategie per dare visibilità locale alla mia azienda? Non avere fretta, continua a leggere l’articolo!

Fattori di posizionamento per una corretta SEO locale

Secondo una ricerca effettuata da Moz, i fattori che Google valuta positivamente nel determinare il ranking della Local SEO sono:

  • Business Signal: quanto è pertinente il tuo business per la query di ricerca digitata, incluso la tua categoria e la vicinanza della tua azienda rispetto all’utente
  • Numero e quantità dei backlink: un boost maggiore arriverà dai backlink ricevuti da siti web locali autorevoli.
  • On-Page signals: nome, indirizzo e numero di telefono sempre presenti nel sito (oltre alle keywords usate)
  • Citazioni Locali: il tuo sito è menzionato in directory aziendali di qualità con informazioni coerenti?
  • Rewiew Signals: gli utenti stanno dando un feedback alla tua attività aziendale? Hai molte recensioni? E e se sì, sono positive?
  • Segnali comportamentali: gli utenti effettuano ricerche anche da cellulare? Visitano il tuo sito? Se sì, come si comportano?
  • Segnali Social: gli utenti citano la tua attività sui social media?

Mentre molti di questi fattori (backlink, ottimizzazione delle parole chiave e segnali sociali) sono gli stessi tanto per la SEO locale quanto per quella generale, l’aggiunta di nuovi segnali come Google My Business, l’inserimento di dati coerenti NAP (acronimo di Name, Adress, Phone Number) e le recensioni richiede un approccio totalmente diverso.

Che tipo di approccio? Te lo spiego nei prossimi paragrafi!

1. Google My Business, la nuova miniera d’oro per la Local SEO

Oggi la tua pagina Google My Business è il biglietto da visita della tua azienda che viene visualizzato ogni qualvolta qualcuno cerca un prodotto/servizio che riguardi la tua attività.

Mostrare la tua attività su una mappa locale, insieme ai tuoi orari di apertura e chiusura, le recensioni dei clienti e qualsiasi immagine che hai caricato per rappresentare la tua attività, ti consente non solo di rafforzare la tua presenza online sul territorio, ma darebbe al tuo sito un vantaggio competitivo abbastanza alto rispetto alla concorrenza. Per sfruttare al meglio questa pagina, inserisci più dettagli possibile e includi le parole chiave fondamentali nella descrizione della tua attività.

Google My Business ti consente di controllare ogni aspetto della tua azienda nella ricerca locale, gestendo al contempo le recensioni dei clienti e integrando la tua presenza con Google Maps. La creazione e l’ottimizzazione della tua scheda di Google My Business è uno dei modi più importanti per migliorare la tua SEO locale.

Come rendere irresistibile la tua scheda di Google My Business

Per esperienza, gli step per una buona scheda di Google My Business sono:

  • Scrivere una breve descrizione commerciale ottimizzata per le parole chiave principali con cui vorresti posizionare la tua azienda
  • Aggiungi il tuo orario di lavoro
  • Aggiungi foto e video che mostrano la posizione fisica della tua azienda, il tuo brand e i tuoi collaboratori
  • Chiedi ai tuoi clienti di scrivere una recensione e rispondi a quelle che hai già
  • Abilita la messaggistica tramite Google My Business

Se utilizzi uno dei partner di prenotazione di Google, consenti ai potenziali clienti di prenotare gli appuntamenti direttamente dalla ricerca locale In ultimo, e ti garantisco che funziona, condividi i post del tuo profilo di Google My Business almeno una volta alla settimana.

I migliori consigli per scrivere un post su Google My Business

Come con altri social network, puoi e dovresti condividere i tuoi post di Google My Business, che scompaiono dopo una settimana (quindi tienili aggiornati!).

Puoi creare tre tipi di post:

  • Condivisione dei dettagli sui prossimi eventi completi di ora, luogo e una call to action che inviti a prenotarsi
  • Post delle offerte che condividono i dettagli delle vendite e delle promozioni, completi di scadenze e codici promozionali
  • Post che mettono in mostra i tuoi prodotti, incluso il prezzo

Con ciascuno di questi post, potresti aggiungere una CTA (call to action) tramite questi pulsanti:

  • Ordina on-line
  • Acquista
  • Per saperne di più
  • Iscriviti
  • Ottieni offerta
  • Chiamare ora

Utilizzando i post di Google My Business, puoi convertire direttamente dalle SERP. Se questa non è una motivazione sufficiente per mantenere aggiornata la tua scheda di Google My Business, non so cosa dirti di più!

2. Iscriviti su Bing Places e Yelp

Bing e Yahoo! rappresentano rispettivamente il 5,59% e il 7,1% del traffico dei motori di ricerca. Con informazioni sull’orario di lavoro, una mappa della posizione e le informazioni di contatto, Bing Places è l’equivalente di Google My Business, ma per Bing e Yahoo!. Non perdere il 12,6% dei tuoi potenziali clienti!

Yelp invece è un importante portale di marketing locale fin dal 2004, e se hai una qualsiasi attività commerciale, dovresti assolutamente avere il tuo account anche lì. Assicurati di ottimizzare la tua inserzione di Yelp con parole chiave pertinenti ed essere gentile con chi ti farà una recensione.

3. Migliora il tuo local ranking con le recensioni dei clienti

Se il volume delle tue recensioni è basso, rischi di perdere il tuo prezioso posizionamento su Google. Adesso non ti sto dicendo che per scalare le serp siano necessarie cento recensioni a settimana, ma se i tuoi utenti non sono attivi, Google può interpretarlo come una mancanza di attività anche da parte della tua azienda.

Ad oggi, non c’è modo per te di sincronizzare manualmente la tua scheda di Google My Business con altri siti di recensioni, come Facebook e Yelp. Tuttavia, se ti assicuri che le tue informazioni NAP siano coerenti su tutto il tuo sito web, directory di qualità e social media (oltre a utilizzare il markup dei dati strutturati) Google ti premierà non una bella posizione nella parte alta della sua tanto ambita prima pagina.

Come guadagnare più recensioni dei clienti su Google

Richiedi recensioni dai tuoi clienti soddisfatti tramite e-mail o whatsapp, chi meglio di loro potrà essere il tuo brand ambassador? Se vendi prodotti da un luogo fisico, aggiungi una richiesta di recensioni di Google al tuo biglietto da visita e inseriscilo nei sacchetti della spesa dei clienti. Se un cliente effettua un ordine sul tuo e-commerce, crea una sequenza e-mail automatica che richiede una recensione su Google!

PS: mai e poi mai pagare per le recensioni dei clienti. Google è più intelligente di quanto si pensi e, se verrai scoperto, il tuo posizionamento su questo motore di ricerca ne risentirà!

4. Schema Markup di dati strutturati: iniziamo a inserire i dati strutturati

Che cosa sono i dati strutturati? I dati strutturati sono un modo per taggare determinati tipi di contenuti sul tuo sito per fornire a Google maggiori dettagli da aggiungere ai risultati di ricerca, aumentando la visibilità e la conversione.

I dati strutturati, incluso il markup dello schema, migliorano l’esperienza di ricerca ed è fondamentale per la SEO in generale, e in particolare per la SEO locale. Il markup dello schema è anche importante per sincronizzare le recensioni di Facebook con Google My Business.

Utilizzando i dati strutturati, è possibile specificare nel tuo sito:

  • Nome, logo, posizione e informazioni di contatto dell’azienda
  • Orario di lavoro
  • I tuoi prodotti e servizi, nonché il loro costo e le valutazioni dei loro clienti
  • Quali tipi di pagamento accettare
  • Autori, date e immagini di post di blog

E questo è solo un breve elenco: esiste un elenco piuttosto lungo di attributi che puoi taggare solo con lo schema Local Business oltre ad altri schemi di business ancora più specifici che puoi implementare in base alla tua categoria.

Schema e dati strutturati sono complicati quanto la SEO. Se non sei molto pratico di codice ma hai comunque un sito aziendale in WordPress, ti consiglio di leggere il prossimo paragrafo.

Schema Markup Plugin in WordPress

come scrivevo pocanzi, se hai un sito in WordPress, Puoi anche usare i plugin per implementare dati strutturati sul tuo sito web. Sono disponibili molte opzioni, ma assicurati di sceglierne una che includa specificamente lo schema Local Business, come ad esempio:

  • Business Profile di Theme of the Crop
  • WP SEO Structured Data Schema di WPSEMPlugins
  • Rich Snippet di WPBuddy

5. Assicurati che il tuo sito Web sia ottimizzato per dispositivi mobili

Google vede la Local SEO soprattutto in ottica mobile. Se il tuo sito per dispositivi mobili non è ottimizzato e, soprattutto, il caricamento supera i tre secondi (o meno), rimarrai indietro rispetto alla concorrenza.

Sei ottimizzato per i dispositivi mobili? Scoprilo utilizzando lo strumento di test ottimizzato per dispositivi mobili di Google. Ti verrà detto che la tua pagina è ottimizzata per i dispositivi mobili o riceverai un errore. E dato che oggi la velocità di caricamento da mobile è un fattore molto importante nell’attribuzione del ranking di Google, io ti consiglio di correre subito ai ripari!

6. Definisci (o migliora) la tua strategia SEO di contenuto locale

Le parole chiave locali non sono diverse dalle parole chiave “normali”: spesso includono una posizione e potrebbero includere un gergo regionale rilevante per la tua attività.

Non solo questo contenuto coinvolgerà i lettori, ma sarà anche un’ottima esca per i backlink e le condivisioni locali: così sarà più facile far parlare gli utenti della tua azienda. Massimizza il valore che stai ottenendo dai tuoi metatag includendo la tua città nel titolo H1 e nella meta descrizione. Non creare semplicemente un elenco di parole chiave a caso, sii pertinente e selettivo.

7. Guadagna backlink e citazioni locali

Un buon portfolio di collegamenti consiste sempre nell’ottenere backlink di qualità. In una normale strategia SEO, questo significa indirizzare dei link provenienti da fonti autorevoli verso le pagine del tuo sito al fine di far passare valore (in gergo link juice) da una pagina all’altra.

Dopo questo passaggio di valore cosa succede? Bene, molto probabilmente succederà che il tuo sito raggiunge la prima pagina di google per le parole chiave da te posizionate. Per la SEO locale, tutto ciò è ancora più vero, solo che entra in gioco una nuova variabile: la rilevanza locale.

La pertinenza locale è esattamente ciò che dice sulla carta: quanto è rilevante quel sito web localmente. Il backlink da un giornale locale probabilmente potrebbe anche non essere un top link di qualità, tuttavia per la SEO locale è fondamentale!

Ciò non significa che dovresti ignorare i backlink dei grandi portali nazionali. Insegui qualsiasi opportunità di backlink di valore – assicurati solo che il tuo profilo contenga anche un po’ di backlink a livello locale.

Parliamo di directory (quelle di valore) e SEO locali

Le directory sono in realtà importanti per molte ragioni, non solo per i backlink. Google tenderà sempre di più a spigere più traffico verso un’azienda se sa che le sue informazioni sono accurate.

Ovviamente, questo motore di ricerca non vorrà mai inviare traffico ad un sito web o clienti a un luogo inesistente! Quindi controllano ciò che hanno rispetto ad altri database preesistenti. Se le informazioni sono corrette, otterrai sicuramente un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Oltre a Google My Business, Bing Places e Yelp, ci sono innumerevoli directory di aziende con una solida autorità di dominio che elencheranno la tua attività, basta cercare nel web.

Conclusione

Mentre le agenzie SEO cercano sempre nuove strategie per posizionarsi più in alto nella ricerca organica, Google risponde con nuovi modi per assicurarsi che le persone ottengano le informazioni più pertinenti che gli utenti stanno cercando.

Detto questo, la SEO locale è, per molti versi, il futuro per il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca ad uso locale. Pochi semplici accorgimenti sul tuo sito e account Google potrebbero farti aumentare drasticamente le conversioni trasformando dei semplici utenti in clineti fidelizzati.

Cosa vuoi fare? Resti indietro o diventi il punto di riferimento per la tua nicchia?

Guida ad una corretta strategia di Local SEO

Seofaidate

Avvicinatomi alla SEO per necessità nel 2011, sono rimasto affascinato da questo mondo e dalle persone che lo frequentavano. Ho conosciuto gente in gamba che mi ha aiutato nel mio percorso di crescita e nel mio piccolo provo a fare altrettanto verso chi dovesse chiedermi un consiglio.