Coloro che cercano il successo con le vendite online, non possono che chiedersi come fare per vedere incrementare il loro business e allo stesso tempo anche il loro fatturato. In questo caso servono diversi elementi, tra cui una buona posizione sui motori di ricerca, un’ottima brand awareness e un elemento che è artefice del raggiungimento di entrambi i precedenti elementi, ovvero una oculata e mirata strategia di marketing.

Attraverso programmi, tool e sistemi di piazzamento sui motori di ricerca si possono vedere ben presto risultati interessanti. Quali sono però le cose da fare per poter raggiungere il proprio obiettivo? Nel nostro articolo andremo a conoscere tutto quello che serve per essere vincenti sul mercato online.

Aumentare vendite ecommerce

Per aumentare il giro di vendite tramite la propria attività ecommerce, vi sono delle cose utilissime da sapere, punti fondamentali che saranno la via per il successo. Entriamo nel dettaglio di questi importanti aspetti:

Creazione di contenuti su misura

Considerando quanti siti ecommerce ci sono oramai al giorno d’oggi su internet, di cui un nutrito numero anche nel vostro settore, dovrete riuscire a fare in modo che in questa selva intricata la clientela venga a scegliere proprio voi.

In questa ottica è fondamentale che si riesca a creare empatia tra il cliente e il vostro brand, attraverso qualcosa che abbia la facoltà di attirare l’attenzione di coloro che navigano in rete, ‘catturandoli’ e tenendoli con voi attraverso campagne di fidelizzazione. Infatti, non dovete pensare che un cliente acquisito sia poi vostro per sempre, dovrete anche essere in grado di mantenerlo nel lungo periodo.

Ultimo aspetto che è da considerare all’interno di questa sezione, è che i contenuti non viaggiano da soli, ma necessitano di un sito completamente accattivante e molto curato. Pagine, colori, bordi, screenshot e tutta una serie di accorgimenti che incuriosiscano i potenziali clienti. Con una concorrenza oramai spietata, caratterizzata da un numero esponenziale di attività similari, non dovete aspettare che il cliente capiti sulla vostra pagina, siete voi a dover far sì che egli ci arrivi.

Campagne pubblicitarie

Come per le attività fisiche, anche per quelle online le campagne pubblicitarie sono uno strumento essenziale per il proprio lavoro. Uscire dall’anonimato e diventare visibili è un passo obbligatorio per il proprio business. Per le attività che si svolgono online, vi sono diversi strumenti a disposizione che possono attivare campagne pubblicitarie per ecommerce precise e mirate.

Parliamo di tool come ad esempio AdWords di Google, uno dei programmi che permette di creare inserzioni ad hoc che intercettino i clienti durante le loro navigazioni, chiaramente all’interno delle ricerche inerenti alla vostra attività. In base all’investimento che deciderete di fare, cambierà in maniera sostanziale il vantaggio che ne potrete ricavare.

Rendere semplice la navigazione degli utenti

Una delle cose su cui lavorare molto quando si avvia online un’attività di ecommerce, riguarda nello specifico la struttura delle pagine web. Il sito deve contenere tutto, essere accattivante e d’impatto, ma anche molto semplice da utilizzare. Un sistema molto intuitivo e di facile navigazione è garanzia di fidelizzazione con la clientela, perché se si sente facilitata nelle operazioni è stimolata a tornare.

Anche la procedura di acquisto da parte dell’utente deve essere molto pratica, per questo vi sono alcuni elementi da tenere presenti:

  1. Si devono rendere ben visibili sia il bottone per aggiungere la merce al carrello, sia quello per procedere con l’acquisto.
  2. I passaggi tra la definizione del carrello e il checkout finale devono essere molto snelli, molti clienti in caso di navigazione complessa abbandonano con il carrello pieno. Permettete tutte le opzioni di pagamento, non tutti i clienti vogliono delle pressioni verso una modalità di pagamento rispetto ad un’altra. Infine, non obbligate gli utenti a fare la registrazione per vedere tutto il dettaglio della spesa finale e procedere all’acquisto.

Questi due punti rappresentano un passo molto importante, perché le statistiche dicono che i clienti giunti su un sito per fare un acquisto, in buona percentuale abbandonano dopo che trovano difficoltà nelle operazioni di caricamento del carrello o il successivo pagamento.

Retargeting

Un ultimo aspetto da considerare nell’obiettivo di aumentare le proprie vendite nell’attività ecommerce, è quello del retargeting. In cosa consiste? Se un cliente visita il sito e procede mettendo la roba nel carrello, ma poi non procede con l’acquisto, non risulterà fra i vostri clienti finali.

Ciò non toglie che quel cliente sia passato da voi e possiate ancora trasformarlo in un cliente finale. Come? Attraverso programmi o piattaforme come Active Campaign, che tracciano il passaggio dei clienti al vostro sito, potendo quindi attirarli da voi inviando loro newsletter contenenti offerte del momento. Questo sistema è molto utilizzato da chi lavora sul web, portando a casa ottimi risultati.

Le strategie per aumentare le vendite di un ecommerce